Spedizione 6.90, gratis IN PROMO da 39 €
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Dimmi di che borsa sei

06/09/2022

Dimmi di che borsa sei


La borsa, accessorio tanto amato da tutte le donne è un elemento ultra fashion irrinunciabile non solo per le donne, ora anche per molti uomini. Una volta legato solo al gentil sesso che provvedeva a riempirlo in ogni sua dimensione, da quelle mini che si usavano a teatro, a quelli maxi dove ci si perde a cercare le chiavi, ora borsa tracolla e zaino sono di uso comune un po' per tutti, non c’è gender che tenga, questa è rivoluzione dei costumi.

Rimane vero il detto: “Ogni borsa, non importa quanto grande, sembra riempirsi da sola“. Accessorio basilare oggi e non solo come status symbol, trend e must have, ma anche per uso lavorativo, sport e comodità. Un oggetto che piace quai a tutti ma che poco conosciamo nella sua storia che nasce al femminile nel ventesimo secolo.
 

L’evoluzione della borsa come Status simbolo


Anticamente la borsa era un mezzo di trasporto per mercanzie ad uso dei servi o direttamente caricato sulla soma dei cavalli e delle bestie. Rappresentava lo status degli inferiori dei braccianti, dei contadini e mercanti, che spesso portavano così in giro tutti i loro averi. Non era contemplato un altro utilizzo e non compariva al braccio di nessuna nobildonna neppure come vezzo.

Solo con la prima guerra mondiale e il desiderio di emancipazione portare la borsa per le donne assunse il significato di indipendenza per un motivo ben preciso. La donna del ventesimo secolo comincia ad avere bisogno di un contenitore discreto a cui affidare i contanti per la spesa, le chiavi di casa, una piccola trousse porta trucchi per incipriarsi e sentirsi in ordine, nonché vezzosi fazzoletti pronti all’uso, che magari una lacrima scappa, o uno sternuto incombe.

Insomma un accessorio molto intimo a differenza delle ingombranti borse della spesa di servi e serve. Un accessorio che permettesse di indossare con nonchalance ciò che prima veniva occultato sotto ampie gonne  e busti capienti. Così nasce questo accessorio da indossare, magari in coordinato con cappello e ombrellino, in modo vezzoso e a mano a mano anzi a braccio a braccio si trasforma in uno status symbol!
 

A ciascuno la sua borsa


La borsa definisce lo stile personale, espressione di una caratteristica unica della personalità. Mostra inconsapevolmente qualcosa della nostra psicologia, rende un’idea di  chi siamo, quali gusti abbiamo,  e come ci muoviamo nel mondo. È un prolungamento del nostro Io
Anche la donna più restia alla civetteria, la più classica o la meno fashion, sceglie la una sua personale borsa, a volte anche a scapito della funzionalità.


Perché se ne trovano di tutti i tipi, anche da Le Tele di Margi, comode, capienti e resistenti, morbide o rigide, di pelle, plastica, stoffa o spugna, di marca o non, l’importante è che ci chiami a farsi indossare. È un accessorio che non soddisfa solo un bisogno funzionale, ma appaga il senso dell’essere.
 

Tipi per tutti i tipi

  • BORSA MARE Una borsa da spiaggia deve essere si pratica, ma anche carina , di un materiale lavabile e nel contempo resistente, e fashion, dello stile che piace a voi. Colori, fantasie e materiali. Spensierata e positiva
  • BAULETTO Ricordate le vecchie borse da viaggio? Chi non ne ha mai avuto almeno uno nella sua collezione di borse? Un modello vintage, con due manici corti, raramente è provvisto di tracolla. Un tipo di borsa particolare ma sicuramente comodo, senza troppe tasche interne, così che gli oggetti non si perdano o risultino introvabili. Protettiva e sensibile
  • CLUTCH E BAGUETTE Entrambe borse molto piccole: mentre la seconda, come suggerisce il nome, è lunga e stretta, la Clutch Bag nasce in formato portafoglio, adatta a contenere l’essenziale. Eccentrica minimalista
  • POCHETTE La pochette è una borsa di dimensioni ridotte, morbida, che può essere portata sia a mano che a spalla, grazie ai laccetti o alle catenelledi cui è fornita. Adatta per il giorno, per la sera o più sportivamente per la piscina, la palestra e il mare. Edonista salutista  
  • SECCHIELLO Per gli appassionati di moda anni ’80 un vero must. Il nome lo deve alla forma cilindrica a secchiello, è molto capiente anche se scomoda nella versione rigida. L’originale si chiude con due lacci e una fibbia. Semplicemente complicata
  • SHOPPER La borsa per la spesa di tendenza che usiamo sicuramente non solo al supermercato. La forma è quella delle borse della spesa, è capiente e scende dritta, ha i manici corti, è rettangolare e può essere realizzata con qualsiasi materiale, nonché usata per qualsiasi tipi di Shopping. Compulsiva organizzata
  • TOTE La tote è molto simile alla shopper ma è priva della chiusura, più scomoda dunque, ma rimane un accessorio dallo stile elegante, prodotto da marchi di alta moda. Immaginaria oltremisura
  • TRACOLLE E ZAINETTI In origine di provenienza militare, ingentiliti dall’uso che ne hanno fatto studenti e camminatori, approdano sulle spalle e ai fianchi di uomini e donne in vari tessuti e dimensioni. Nella versione a doppio uso, sia zaino che tracolla, potrebbero essere la nuova frontiera della borsa ideale per tutti i gender. Avventuriera non avventata    

Se vi siete ritrovate in qualche tipologia borsistica sappiate che con le borse non ci si perde mai, ed è un piacere ricercarle. Qui alle Tele di Margi potrete trovare pochette e borse mare da usare anche nel daytime per shopping cittadino e altro. Lasciatevi scegliere dalla vostra borsa! In negozio o on line, vi aspettano colori tessuti e forme in quantità,  per poter esprimere ciò che siete e renderla unica con iniziali o frasi scelte da voi e stampate da noi.

#borsa #borsette #ashion